News

hotel svart

Hotel a energia positiva: il primo è in Norvegia

Chi non vorrebbe soggiornare in un hotel da sogno sospeso sulle acque di un fiordo norvegese? Il pregio è che sarà anche in grado di produrre, in modo autonomo, più energia del suo fabbisogno.

L’Hotel Svart che prende il nome dall’omonimo ghiacciaio Svartisen sarà costruito poco al di sopra del Circolo Polare Artico, nel nord della Norvegia. Sarà realizzato dalla studio Snøhetta di Oslo, già vincitore di numerosi premi per la realizzazione di edifici e strutture commerciali a basso impatto energetico. Tra i suoi sostenitori e partner anche il noto tour operator norvegese Artic Adventure of Norway.

Hotel pronto nel 2021

Secondo i piani dei progettisti  l’hotel dovrà essere ultimato entro tre anni e sarà altresì in grado di produrre energia in modo autonomo, utilizzando un impianto geotermico per “scambiare” calore con il sottosuolo. Si tratta di una tecnologia impiegata anche in Italia e che vede il Trentino Alto Adige tra le regioni più attive nella sua regolamentazione e utilizzo. Gli impianti geotermici hanno infatti un impatto quasi nullo sull’ambiente circostante con considerevole riduzione delle emissioni di CO2.

Standard Powerhouse: obbiettivo raggiunto!

La scelta di dotare l’hotel di una struttura circolare è nata dall’analisi del comportamento delle radiazioni solari durante un intero anno. Il posizionamento delle ampie finestre quasi a livello del mare consente anche durante le breve giornate artiche di cattura la massima insolazione. L’uso di materiali a bassa “energia incorporata”, ovvero la quantità di energia necessaria a produrre, trasportare, assemblare e sostituire i prodotti necessari alla costruzione dell’edificio, gli consentirà di conseguire la certificazione allo standard Powerhouse, e sarà la struttura realizzata più nord nel mondo secondo questi importati criteri di sostenibilità ambientale. L’hotel sarà in grado di produrre autonomamente l’energia richiesta al suo funzionamento.

hotel panorama circolare
L’Hotel Svart avrà uno sviluppo circolare consentendo a ogni camera di essere raggiunta dalla luce nei vari momenti della giorno artico.

Parola d’ordine: armonia

L’hotel sarà composto da un ampia struttura circolare posata su lunghe palafitte immerse nel freddo mare del nord. L’impressione dalle immagini del progetto è che la struttura, realizzata in legno e vetro, sia quasi priva di peso, naturalmente illuminata dal sole durante tutta la giornata. Il tetto è ricoperto da pannelli solari prodotti in Norvegia. La struttura portante, sospesa sull’acqua consentirà alle barche e ai numerosi kayak di accedere al vasto bacino interno, quasi una piscina privata per i clienti dell’hotel. Una piattaforma a livello del mare costituirà l’unico punto di attracco e di collegamento con i servizi di trasporto via mare. Una navetta anch’essa a basso impatto ambientale fornirà il trasposto dei clienti dalla cittadina di Bodø. 

Progetto legato alla tradizione

Per la progettazione delle stanze, del ristorante e delle terrazze gli architetti si sono ispirati alla cultura e al vernacolo delle regione, e più precisamente al “fiskehjell” una tipica struttura a forma di “A” che viene impiegata per l’essiccazione del pesce e alla “rorbue”, la casa tradizionale utilizzata dai pescatori per la stagione della pesca. Un progetto innovativo, la salvaguardia dell’ambiente, lo studio delle tradizioni e al contempo l’uso sapiente della tecnologia. Come Pro-Meet non vediamo l’ora di organizzare un evento in questo  meraviglioso contesto!  

hotel svart aurora boreale
In perfetta armonia con la natura circostante. Potremo apprezzare il meraviglioso spettacolo dell’aurora boreale direttamente dalla nostra stanza dell’Hotel Svart.
hotel svart struttura
La tipica struttura a palafitte delle case dei pescatori norvegesi caratterizza l’intero progetto di questo innovativo hotel, inclusa una passerella sospesa sulle onde.
Share: